Skip to content

La pasionaria della pizza

ottobre 19, 2012

 

La pizza è scesa in campo. Per farsi la guerra da sola. Il fatto è questo: la Guida 2013 del Gambero Rosso esce con la classifica dei migliori pizzaioli d’Italia. Due romani, un veronese e un casertano. E i napoletani? Esclusi. Onta, affronto, bestemmia. Gino Sorbillo, masaniello della margherita e partigiano della tradizione di qualità, non ci sta. Inizia una rappresaglia mediatica per difendere ‘a pizza. L’obbiettivo della rivolta è il Gambero Rosso, ma anche l’intruso, il nordico: Simone Padoan. Il maestro pizzaiolo di San Bonifacio Veronese, inventore di una sua personale versione di pizza (meglio, focaccia) gourmet si ribella su Facebook e rivendica la propria libertà creativa.

Il web si divide. Una vera guerra fratricida, manco fossero le primarie del Pd. Ma chi ha ragione? I paladini della tradizione o i campioni dell’innovazione? Poco importa. La cosa impressionante è che in tutto questo è passata sotto silenzio la notizia più clamorosa dell’anno per gli amanti della pizza: oggi allacciano il gas a Marzia Buzzanca. E chi è Marzia Buzzanca? Cosa c’entra il gas? Per scoprirlo bisogna tornare alle 3:35 del 6 aprile 2009. L’Aquila. La terra trema. La città si accascia. E Marzia perde il suo ristorante. Per sempre.

Dopo lo choc è la prima a riaprire un locale nella zona rossa della città. Sola, si mette a fare pizze. Ma nel centro dell’Aquila manca tutto. Marzia, in apparenza fragile e gentile, diventa una barricadera. E lotta come una tigre per avere luce e gas. E per riportare in vita il centro di una città morta. Con le sue mani gentili ha trascinato per anni le bombole del gas su per via Leonini dove si trova il suo ristorante, Percorsi di Gusto.

Perché la pizza è sacra, ma se non hai il gas per cucinarla, non ti rimano altro che pregare. E le istituzioni? Quando la “pazza di via Leonini” chiedeva il dovuto, le rispondevano: “Marziuccia, non ti preoccupare che il gas arriva”. Ha aspettato tre anni. La solita storia all’italiana. Ma la pizzaiola dell’Aquila, allieva di Padoan e amica di Sorbillo, ha un altro credo: “Io non aspetto…vado incontro! Io non spreco, recupero ogni minima briciola! Cerco di riempire, non svuoto! L’ho imparato a fatica…”. Anche questa è politica.

Testi e disegni di Gianluca Biscalchin

Cibology credits 2012 – testi & disegni © Gianluca Biscalchin

Pubblicato su 

Annunci
One Comment leave one →
  1. maggio 23, 2013 7:25 am

    I think the admin of this site is really working hard
    in favor of his web page, for the reason that here every
    information is quality based material.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: