Skip to content

La svolta gourmet della Lega

ottobre 8, 2012

Ore 12: benvenuto, registrazione e light lunch. Ore 17: coffee break. Poi Question Time al Ministro Passera. No, non è “un giorno a Cernobbio”, ma il programma della Festa Nazionale della Lega Nord Piemont 2012, celebrata al Lingotto la settimana scorsa. La rifondazione leghista in giacca e cravatta. Straziante. Dove sono finite le barbare grida (“Ce li ha mandati Roma ladrona!”) contro i Nas che solo l’anno scorso avevano osato impedire la grigliata di bistecche d’orso a Primiero? E l’immortale slogan “più polenta meno cous cous”? È così che cambia la “pancia” della Lega? Cosa dovremo ancora vedere?

Se a colazione polenta taragna e salsiccia saranno sostituite da brioche e muffin il rischio è quello di perdere il partito più gastro-ideologico del Paese. Segnali confortanti sono però venuti proprio da Torino, dove a pochi metri dal Lingotto, sede blasé del rinnovamento maroniano, si propone ancora Va’ Pensiero, Sole delle Alpi e salamelle per tutti. Sotto il tendone. Ma quanto durerà? Ormai è uno straziante ricordo la leggendaria Cena degli ossi tra Bossi e Tremonti per il compleanno del leader rottamato. Fagioli di Lamon, musetto, lesso e la carne di maiale preparata dall’oste dell’Hotel Ferrovia di Calalzo di Cadore tanto buona da lasciare nel piatto solo le ossa. Una spolpatura che alcuni maligni hanno visto come profetica. Bei tempi.

E che dire dell’intuizione gourmet di chiamare il delfino del grande capo con il nome del pesce d’acqua dolce più pregiato del nostro Nord? Con il nuovo corso gastro-chic il Trota si ritroverebbe come minimo un nom de plume tipo “dentice” o “ricciola”. Se questo è l’andazzo c’è da scommettere che il Maroni seguirà l’esempio dei fratelli baschi che hanno smesso di mettere bombe per aprire ristoranti 3 stelle Michelin (vedi Arzak o Martin Berasategi). Più stelle meno gabelle! E la salamella? La luganega? La torta sbrisolona? Quelle maschie grigliate di carne grondanti grasso e federalismo? Rassegniamoci: il futuro dell’indipendenza padana si deciderà durante il light lunch.

Testi e disegni di Gianluca Biscalchin

Cibology credits 2012 – testi & disegni © Gianluca Biscalchin

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: