Skip to content

Endorsement per il carciofo sardo

febbraio 21, 2011

 

Di questi tempi è facile essere depressi. È quasi un obbligo sociale. Scivolare in vittimismi da deficit finanziari e/o mancanza di prospettive è come indossare l’abito giusto. Chi esprime ottimismo sembra decisamente out, da non invitare a cena. Non ci sto. Voglio resistere, resistere, resistere. E credere negli italiani. Perché siamo una grande nazione. E siamo i primi consumatori al mondo di carciofi. Questo ci rende migliori degli altri popoli nonostante l’ironia della stampa straniera.

Se si candidasse un carciofo alle elezioni (un carciofo vero) vincerebbe lo spinoso sardo. Almeno per nella lista: “consumatemi crudo”. Anche in Europa si sono accorti di lui: è entrato nel gotha delle denominazioni d’origine protetta. La camera alta dei prodotti di qualità. Non tradirebbe mai la coalizione con il romanesco, lo spinoso d’Albenga, il Catanese, il Verde di Palermo, il Violetto di Toscana, il Precoce di Chioggia, il violetto di Niscemi. Non farebbe mai quello che ha fatto Luca Barbareschi con Futuro e libertà.

Io mi fido di lui. Con le sue brattee allungate e spinose, che si rivestono di quella tonalità tra il verde scuro e il violetto. Credo nella sua promessa di lasciarsi morire (nel senso che “è la morte sua”) con agnello, bottarga o aragosta. E, per chi non lesina in vino, è un ottimo spurgante del fegato. Oh, carciofo, hai deliziato greci, romani e arabi, fenici e bizantini. Ma sei ancora tra noi. Fedele nei secoli.

 

Testi e disegni di Gianluca Biscalchin

Cibology credits 2011 – testi & disegni © Gianluca Biscalchin

 

 

Annunci
5 commenti leave one →
  1. febbraio 21, 2011 3:43 pm

    Una famosa barzelletta di qualche lustro fa, raccontava, del solito Francese, Tedesco, Inglese e Sardo. Ognuno di loro a turno si vantava di qualcosa di buono del proprio paese e tutti gli altri, in coro dicevano: e noi ci c…….o sopra! Quando tocco il turno al Sardo disse: Noi abbiamo dei meravigliosi campi di carciofo! Gli altri in coro: e noi ci c…….o sopra! di tutta risposta il sardo rispose: e voi vi pungerete il culo……..

  2. febbraio 21, 2011 10:14 pm

    whow ne abbiamo ordinati 250 diretti dalla sardegna! crudi, cotti, stufati e fritti…. deliziata e x nulla depressa, dopo aver letto il tuo post, mi sento anche molto fashion!

  3. febbraio 22, 2011 8:22 pm

    stavo per chiederti se secondo te era questione di spine, poi ho letto il commento di Roberto e… mi astengo.

    • Gianluca Biscalchin permalink*
      febbraio 23, 2011 8:01 am

      In effetti…………

  4. padido permalink
    febbraio 25, 2011 3:07 pm

    Bellissimo articolo Gianluca,grazie di questo ottimismo e poi grazie di “coccolare” Niko ,il mio conterraneo con l’eleganza del porro e deliziarci dei tuoi schizzi …di gran finesse.Buon lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: